Home » Comunicati Stampa » I Doposcuola della Comunità

I Doposcuola della Comunità

I Doposcuola della Comunità - Vallecrosia CittàdellaFamiglia

Partono i tre servizi di doposcuola a Vallecrosia

Tante sono ormai le famiglie in cui entrambi i genitori lavorano e non sempre ci sono nonni o zii che possono occuparsi dei figli.

Il risultato è che più del 60% dei ragazzi, fra gli 11 ed i 14 anni, trascorre almeno tre pomeriggi sui 5 giorni feriali a casa da solo, come emerso da una indagine condotta in una classe della secondaria di primo grado nella scuola A. Doria di Vallecrosia.

Ragazzi fra gli 11 ed i 14 anni, certamente non più piccoli, ma forse non ancora sufficientemente maturi e responsabili da sapersi gestire in totale autonomia il tempo e lo studio pomeridiano, almeno da quanto la maggior parte di loro afferma, ammettendo, fra l'altro, che non eseguono con costanza i compiti assegnati perché non ne hanno voglia o perché difficili.

A Vallecrosia, questa situazione è stata oggetto di analisi prima e progettazione partecipata dopo. Genitori, Insegnati, gli stessi ragazzi, le diverse agenzie educative del territorio e le associazioni si sono confrontati e hanno cercato diverse soluzioni, una di queste è “I Doposcuola della Comunità”.

Doposcuola al plurale perché sono tre i servizi offerti al territorio, non solo vallecrosino, per rispondere alle diverse esigenze emerse in fase progettuale e "della Comunità", perché davvero c’è stata una mobilizzazione generale per riuscire a trovare le soluzioni migliori.

Sono le famiglie che conoscono il proprio vissuto e possono fare proposte concrete ed efficaci alle amministrazione, per promuovere il loro bene, che poi è sempre Bene per tutta la Comunità - afferma Silvia Zanoni rappresentante, nell'Agenzia della Famiglia del Comune, del Forum delle Associazioni Familiari d’Imperia convenzionato con l’Amministrazione di Vallecrosia per lo sviluppo delle Politiche Familiari Comunali - per questo stiamo lavorando su progetti partecipati, coinvolgendo direttamente tutti gli attori sociali, dalle famiglie alle istituzioni.

Fondamentale, nel processo, sono stati i tavoli di consultazione popolare che ormai sono parte integrante della vita del Comune di Vallecrosia, sia la Consulta della Famiglia, a cui aderiscono una quindicina fra associazioni e Laboratori Famiglia del Comune che il tavolo di consultazione delle politiche scolastiche a cui partecipano tutte le istituzioni scolastiche del territorio, puntualmente seguiti dal funzionario dell’area socioculturale dott. R. Capaccio, anche lui componente dell’Agenzia della Famiglia.

Speriamo, con il coordinamento di questi servizi di riuscire a dare alle famiglie una boccata di ossigeno, in un momento in cui, è evidente, sono schiacciate da problemi economici, organizzativi, relazionali. Fra l'altro, sempre su questo tema, abbiamo appena aperto un nuovo tavolo di lavoro, su sollecitazione delle famiglie, per i disturbi dell'apprendimento. Presto incontreremo l'Associazione Italiana Dislessia, alcuni esperti ed alcune famiglie per studiare possibili sostegni pomeridiani - racconta Pino Jerace dell'Agenzia della Famiglia, consigliere delegato alla politiche familiari - e, come sempre, organizzeremo un incontro aperto a tutte le famiglie per confrontarci sulle possibili soluzioni.

Rilevante per l'efficacia del servizio è stata, fra le istituzioni scolastiche, la partecipazione dell'Istituto Comprensivo A. Doria, che ha inserito una parte importante di questo progetto nel proprio Piano di Offerta Formativa.

 

I tre servizi dislocati sul territorio e sono i seguenti:

“Scuolamica”

Presso il Centro Giovanile Diurno Maria Ausiliatrice. Per informazioni tel 3482646960

L’obiettivo di questo servizio, che offre la possibilità di scegliere fra 3 e 5 pomeriggi alla settimana, è quello del recupero scolastico di specifiche materie ed aiutare i ragazzi ad acquisire un proprio metodo di studio autonomo.

Impegnati in questo servizio sono docenti di italiano, matematica, lingue straniere, latino e greco, essendovi possibilità di accesso anche agli studenti della secondaria di secondo grado.

“Allegra-mente”

Presso l’oratorio don Bosco, che gentilmente mette a disposizione i propri spazi, è aperto 3 pomeriggi alla settimana. Per informazioni: Marco Magliano tel 3404864780

L’intento è quello di non sostituirsi alla famiglia, ma di sussidiarla nell’accompagnamento dello studio dei figli.

In questo spazio i ragazzi verranno aiutati nell’organizzazione e nelle specifiche difficoltà dei singoli compiti per arrivare ad una propria autonomia di gestione.

Avranno anche la possibilità di sperimentare approcci all’apprendimento cooperativo e al mutuo aiuto.

E’ anche uno spazio per i ragazzi che avranno da svolgere compiti di gruppo assegnati dai docenti a scuola.

Questi aspetti vogliono aiutare una maggiore integrazione dei ragazzi ed un’esperienza di “bene comune” condiviso.

A gestire il servizio saranno un educatore, alcuni insegnanti o ex insegnanti volontari ed alcuni genitori.

“Ulisse e la scuola”

Presso la Comunità educativa Gilardi. Per informazioni dott.ssa Federica Di Norscia 0184 295363 h. 9,39-12.

Aperto 5 pomeriggi alla settimana, prevede un vero e proprio progetto educativo per ogni singolo ragazzo o ragazza che ne usufruirà.

Per questo servizio, anche grazie alla disponibilità dell’Istituto A. Doria, è prevista la continuità educativa fra scuola, famiglia e doposcuola.

Dovendo agire non solo sul rendimento scolastico, ma anche sul benessere relazionale dei ragazzi, il servizio prevede un incontro iniziale fra la famiglia, l’equipe educativa del Gilardi ed un insegnante del ragazzo, per definire un vero e proprio progetto educativo condiviso, individualizzato, che verrà verificato in itinere ogni due mesi.